BlogOspitalità intelligenteSmart Home

Gestione degli accessi remoti per case vacanze

La crescente natura dell’IoT ha fornito le convenienze per il controllo degli accessi (dispositivi cyber-fisici) per essere più facile che mai in tutti i punti di vista, rendendo l’esperienza di sblocco nel mercato immobiliare al livello successivo. È integrato con il sistema domotico che utilizza i protocolli wireless per fornire i servizi necessari. Ci sono molti possibili scenari applicativi nella visione di «Smart Home» (es. Riscaldamento, ventilazione, ecc.), ma questo servizio delegato di controllo degli accessi intelligente fornisce sia la sicurezza che l’usabilità per la proprietà fisica, rendendola semplice e facile da capire.

Lo scambio peer-to-peer di servizi gioca un ruolo importante nella piattaforma online basata sulla comunità offre ospitalità. Secondo lo studio Forbes, Airbnb è la società di investimento leader nella fornitura di servizi di ospitalità basati su noleggio, oltre a Airbnb, Booking.com, Expedia, HomeAway, TripAdvisor, ecc. forniscono anche i servizi di noleggio vacanza basati su piattaforma online. La piattaforma online Airbnb funziona sul principio della condivisione di proprietà, dove i proprietari condividono la loro proprietà o le loro case in cambio del pagamento. Una delle principali sfide che queste aziende devono affrontare era come fornire o gestire l’accesso delegato in remoto alla proprietà che il peer (cliente) affitta da loro. Quando si tratta di condivisione degli accessi, dovrebbe avvenire in un ambiente sicuro, privato e conveniente.

L’Internet delle cose (IoT) e lo sviluppo di sistemi pervasivi hanno dato un modo ricco di funzionalità nell’implementazione del modo automatizzato di gestire l’accesso alle proprietà condivise. La sicurezza è la preoccupazione principale dal momento che la proprietà fisica può facilmente essere soggetta a furto e cattiva gestione quando va sotto il controllo di un cattivo ragazzo. Il vecchio modo di concedere l’accesso alle stanze e alle proprietà, ad esempio serrature con pin pad e serrature intelligenti centralizzate di terze parti, presenta alcuni tipi di inconvenienti come la privacy della proprietà o problemi di sicurezza. Con la sicurezza come una vista non compromessa, IoT combinato con la blockchain per la gestione del controllo degli accessi remoti trova la soluzione vincente. In questa potenziale soluzione, l’API interattiva colma un divario sicuro tra l’infrastruttura IoT e la rete blockchain. Pertanto, l’architettura include una combinazione di blockchain, dispositivi IoT e tecnologia web per costruire un sistema di gestione degli accessi intelligente.

Esistono già tecnologie di gestione degli accessi implementate in IoT, funzionano sulla base del sistema di controllo degli accessi centralizzato, paradigma client/server tradizionale.

Perché Blockchain nella gestione degli accessi per serrature intelligenti

Ci sono miliardi di dispositivi IoT connessi in tutto il mondo che modellano l’utilizzo di Internet. Quando è distribuita una rete così densa di dispositivi IoT, gestirli in modo sicuro è un compito impegnativo. Sebbene le tecniche di gestione degli accessi siano disponibili nell’IoT, esse si basano su sistemi centralizzati, che presentano alcune limitazioni tecniche da gestire in un ambiente globale. Per affrontare questa situazione i sistemi IoT basati su blockchain entrano in azione per gestire la configurazione dei dispositivi IoT nello spazio del controllo dell’accesso ai dati in contratti intelligenti.

Blockchain è la tecnologia di registro distribuito (DLT) che supporta la risorsa digitale chiamata criptovaluta Bitcoin. Per essere semplici si tratta di informazioni digitali (i «blocchi») memorizzate in un database pubblico (la «catena»). Ogni blocco ha i propri «valori hash» insieme all’hash dei blocchi prima di esso. Affinché il prossimo blocco si aggiunga nella rete blockchain, test/si fida dei blocchi quando qualifichi il test «prova di lavoro». Al giorno d’oggi la blockchain aiuta potenzialmente alcune delle sfide di sicurezza e scalabilità IoT. L’integrazione di contratti intelligenti nel sistema di gestione degli accessi alimentato da IoT e blockchain ha i seguenti vantaggi,

  • Affidabilità: Prima di concedere l’accesso alla proprietà verifica gli ospiti e le condizioni di affitto.
  • Scalabilità: la gestione può gestire più dispositivi IoT da diverse reti vincolate aggiungendola a una singola blockchain.
  • Mobilità: l’architettura può essere utilizzata in sistemi amministrativi isolati. Tutti i domini hanno la propria libertà di gestire i dispositivi IoT connessi.
  • Accessibilità delle informazioni: Poiché i sistemi IoT in questa applicazione di serrature intelligenti funziona nel modo di sistemi distribuiti, così come le informazioni.
  • Trasparenza: l’autorizzazione di accesso è trasparenza mentre nasconde la posizione dei dispositivi IoT e le modalità di accesso a una risorsa.

IoT in Smart Lock

A livello di terra del sistema di gestione degli accessi intelligenti l’IoT svolge un ruolo cruciale. L’accessibilità delle porte gestita in remoto, nota anche come dispositivi fisici senza chiave, può essere sfruttata con l’aiuto dei sensori abilitati IoT in molti modi possibili. Questa tecnologia consente non solo la funzione di accesso gestito in remoto, ma anche con l’aiuto di altri sensori e tecnologie come telecamere, sensori di movimento PIR, e l’assistenza intelligente ad attivazione vocale conabilitàAlexa, telefoni cellulari/API web, ecc. potrebbe rendere l’intero sistema vivo con le risposte in tempo reale. Secondo questo rapporto, una famiglia su quattro negli Stati Uniti dovrebbe dotare la propria casa della serratura intelligente entro il 2020. Quando IoT supporta le serrature intelligenti, offre funzionalità automatizzate come accendere/spegnere le luci, regolare il termostato e attivare il sistema di sicurezza in situazioni come l’accesso non autorizzato.

Smart lock o sistema di gestione degli accessi intelligenti è la parte dell’evoluzione dell’IoT, diventa indispensabile per le aziende come Airbnb, Booking.com e molte altre società di affitti vacanze, così come per la proprietà/case private di proprietà. Quando sensori aggiuntivi come il rilevamento del movimento e le telecamere sono integrati con l’architettura di gestione degli accessi, potrebbe fungere da sistema di monitoraggio per confermare l’identità del visitatore. Sul campo, Embedded Control Unit (ECU) IoT kit con sensori wireless supportati dalla rete blockchain su un gateway e Remote-Control Unit (RCU) che funge da API con GUI a livello utente sono i due componenti principali da includere nella tecnologia di gestione degli accessi.

Unità di controllo integrata — Agisce come unità di elaborazione centrale per tutti i sensori IoT sul campo che lavorano nel paradigma distribuito. Questi sensori utilizzano standard di comunicazione come 4G/5G (comunicazione satellitare), WiFi, identificazione a radiofrequenza RFID, Bluetooth, comunicazione NFC (Near Field Communication) per interagire con l’ECU.

Remote Control Unit (RCU) — Smart door lock per la gestione degli accessi nel settore del noleggio è un servizio peer-to-peer che potrebbe consentire agli utenti di controllare lo stato del sistema di blocco (sistema di accesso) con il proprio smartphone. RCU è uno strumento software implementato sullo smartphone dell’utente per fornire la GUI (Graphical User Interface). Questa interfaccia viene utilizzata per inviare e ricevere le informazioni ai dispositivi di campo (sensori IoT) solo quando l’utente è autorizzato dalla rete blockchain. Ci sono varie API utilizzate per condividere l’accesso o chiavi digitali come Keycafe, DigitalKeys, ogni porta.

Fino ad ora, la soluzione smart lock si è concentrata sull’astrazione fisica che esegue compiti specifici e monitora utilizzando i sensori. Sono necessarie ulteriori ricerche per sviluppare e distribuire il sistema di autenticazione e gestione degli accessi decentralizzati con l’alta trasparenza e affidabilità costruite sulla parte superiore delle reti blockchain, che potrebbero essere in azione da remoto che potrebbe non solo essere utilizzato per aprire la porta, ma anche essere in grado di configurare il ambiente interno attraverso sensori.

Lo sviluppo di un tale sistema è quello di evitare la necessità di incontrarsi personalmente per il check-in/out e scambiare la chiave della porta o i codici di accesso nelle aziende, ad esempio Airbnb. Il sistema decentrato è in grado di fornire accesso e di fare un passo avanti nel fornire sicurezza e privacy a tutte le parti coinvolte. Privacy significa accesso esclusivo all’ospite, in quel momento anche il proprietario potrebbe non avere accesso alla proprietà. Questo è gestito dal contratto intelligente nella blockchain. Questo progetto non è stato focalizzato solo sulle piattaforme online basate sulla comunità per i servizi di ospitalità, ma potrebbe anche essere esteso alla palestra o agli armadietti della scuola, alle strutture di self-storage, al controllo degli accessi degli uffici, ecc. Questa architettura potrebbe essere integrata in futuro con i dispositivi IoT per gestire lo spazio intelligente.

Related Articles

Leave a Comment